lunedì 23 ottobre 2017   
  Cerca  
 
Passa qui con il mouse e quindi clicca sulla toolbar per aggiungere il contenuto
  Login  
Controinformazione » MPS SALVATA: UNA VERGOGNA  

MPS SALVATA COI  RICAVATI DELL'IMU: UNA VERGOGNA
Alessandro Fontanesi

 
Ecco svelata l'isterica fretta con cui è stata introdotta e riscossa l'Imu, i 4 miliardi letteralmente regalati dal governo Monti e dai partiti che lo hanno sostenuto, per il salvataggio di Monte Paschi Siena, sono esattamente la stessa cifra sottratta, per non dire rapinata agli italiani, facendo loro pagare la prima rata dell'Imu.
Soldi pubblici dunque per salvare ancora una volta una banca, guarda caso quella con a capo Profumo, che se non sbaglio, non tanti anni fa ebbe sulla coscienza il fallimento di un altro grande colosso bancario. Una vergogna insopportabile in un momento simile, il governo che aveva promesso rigore ed equità, ha mostrato ancora una volta, ma oramai non c'era più alcun bisogno di farlo, che bisogna essere rigorosamente equi solo quando si tratta di fare cassa con il portafogli degli italiani.
I cittadini vengono sempre dopo e questo è uno scandalo bello e buono, ai cittadini si chiede di essere esemplari pagatori e rispettosi delle regole, ma poi con leggi ad personam o ad "bancam", i politici che chiedono loro sacrifici, sono i primi a disattenderle. Prima vanno salvati gli italiani e poi le banche, anche perchè le banche se ne stanno guardando bene di salvare i loro correntisti.
Agli esodati senza prospettive e senza lavoro, cara ministro Fornero, chi spiega che le loro tasse sono servite a ripianare i traffici di una banca?
Caro Bersani, ai giovani che non trovano lavoro perchè avete votato una legge per mandare i loro genitori in pensione a settant'anni?
Chi gli va a dire che i soldi pubblici di una tassa iniqua, invece del loro futuro, tutelerà invece quello dei banchieri?
C'è una campagna elettorale in corso, qualcuno dei contendenti che ha sostenuto il governo fino ad oggi, Monti compreso, oltre alle solite promesse, avrà il coraggio di ammettere le responsabilità di tutto questo almeno ai propri elettori?

05/02/13
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation