domenica 21 luglio 2019   
  Cerca  
 
wwwalkemia.gif
  Login  
Home1 » I valori della Resistenza » Placido Rizzotto: funerali di Stato  

Ritrovato dopo 64 anni il corpo del sindacalista siciliano

FUNERALI DI STATO PER PLACIDO RIZZOTTO

di Alessandro Fontanesi

Che lo Stato si fosse dimenticato di Placido Rizzotto non c'era bisogno di alcuna conferma, altrimenti i responsabili che il Generale Dalla Chiesa aveva trovato sarebbero in galera, altrimenti il corpo di Rizzotto non sarebbe rimasto più di sessant'anni in una foiba a marcire come se nulla fosse. Si dice che la verità prima o poi torna a galla e così è stato, non è così sempre, ma stavolta il corpo di Placido Rizzotto è ritornato alla luce del sole, con tutta la sua spinta morale e quella forza inquisitoria, con la sua sete di giustizia che da vivo lo portò al sacrificio estremo. Rizzotto è stato un partigiano e la sua lotta di Liberazione non è finita il 25 aprile, così come non è finita quella notte del 10 marzo di 64 anni fa. Placido Rizzotto è qui con noi ancora una volta per dire che la battaglia per una causa giusta, per un diritto, contro lo sfruttamento di ogni genere, contro la mafia, contro tutti i tipi di mafia più o meno cammuffate, sono la ragione di una vita, sono il senso che da pienezza ad un'esistenza. E l'esistenza di Placido Rizzotto ne è la conferma e probabilmente, non è così casuale il ritorno alla luce del suo corpo martoriato in questi giorni, dove sono a decine le lotte inascoltate sul territorio italiano. Le battaglie di Placido Rizzotto allora, sono drammaticamente le battaglie dell'oggi e oggi lui sarebbe ancora il primo a spendersi per la loro risoluzione.

Lo Stato non risponderà mai delle sue collusioni, ma almeno si inchini di fronte alla figura di Placido Rizzotto e dia un senso a quel suo sacrificarsi, onorandolo con i funerali che merita e che il popolo pretende.

14/3/12

DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation