giovedì 18 luglio 2019   
  Cerca  
 
Passa qui con il mouse e quindi clicca sulla toolbar per aggiungere il contenuto
  Login  
Visti per Voi » American Life  
AMERICAN LIFE
di Enrico Gatti
Regia Sam Mendes
USA, 2009
Voto 8
 
 
Dopo l’annunciata partenza dei genitori, Burt e Verona decidono di lasciare la cittadina in cui vivono per cercare una nuova casa in cui crescere la loro figlia. I due trentenni, lavoro precario ed un futuro da costruire, viaggeranno fra America e Canada decisi a trovare una nuova sistemazione adatta alle loro aspettative di spaventati genitori.
In originale Away We Go, il film è una di quelle boccate di spirito e intelligenza che ogni tanto fanno riprendere fiato dalle soffocanti commedie posticce a cui Hollywood ci ha abituato. Sam Mendes alla regia (American beauty, Revolutionary road) recupera uno stile semplice ed efficace, al limite col cinema indipendente, e si serve di due attori mediamente famosi e soggettivamente belli, ma per questo particolarmente credibili.
American life racconta, con lo stile da commedia sentimentale, il volto cinico e autoironico di un’America disadattata e alienata dove le persone si arrangiano fra vite a dir poco pittoresche fedeli ad un unico dogma: l’assenza di regole. Col rischio di un tema piuttosto inflazionato (neocoppiette in cerca di un posto nel mondo), il film vince nel riproporre la morale piuttosto banale, ma non per questo meno vera, che non esistono modi di vivere identici per persone diverse. La voglia di trovare una identità precisa che possa dare certezze per il futuro (metaforicamente la ricerca della casa) è il mezzo, non il principio, di un percorso. Con umorismo graffiante e intelligenza il film non da risposte. I due protagonisti capiscono solo quello che non vogliono, concludendo con amara consapevolezza che nel futuro non ci sono certezze, ma solo persone che cercano di mantenere delle promesse.
Un buon cocktail di stile, battute (dialoghi dello scrittore Dave Eggers),cinismo, volgarità, momenti romantici, e bravi attori (Maggie Gyllenhaal in testa per un formidabile cameo). Un ritorno a film come Juno, Ghost world, Romance & cigarettes, 500 giorni insieme, ormai i fra i pochi che ancora raccontano le menti americane che vivono nelle città e non ad Hollywood.
 
 

 

 
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation